Fare parte di un team è inevitabile per la maggior parte delle persone in un’azienda. Il team working è considerato una qualità chiave del management e nessuna persona che abbia la propria carriera in testa e voglia progredire all’interno di una società ammetterebbe apertamente di non avere a cuore i grandi interessi del team.

La realtà è che alcune persone recano maggiori danni al team di cui fanno parte che se non ne fossero all’interno. Perché una persona che fa parte di un team non dovrebbe desiderare ciò che è meglio per il team? Il punto chiave del loro atteggiamento può essere trovato nella domanda “perché dovrei?”.

In alcuni casi, questo comportamento proviene da una mancanza o da una perdita di motivazione. Se la motivazione non esiste, o se è stata logorata a causa di eventi avvenuti in un certo periodo di tempo, una persona potrebbe provare una sensazione di esaurimento da cui, anche il benché minimo desiderio di sforzarsi a fare team building con colleghi o collaboratori, sarebbe uno sforzo vano. Potrebbe sentire che non ha più niente da dare o non credere abbastanza in quello che gli è stato chiesto di fare per lavorare sodo e fare uno sforzo extra.

Originalità, creatività, innovazione.

CONTATTACI